Parametri UTM: come tracciare il traffico web con Google Analytics

Parametri UTM

Parametri UTM: come tracciare il traffico web con Google Analytics

Tracciare la provenienza del traffico web verso il proprio sito internet è un’attività estremamente importante, che consente una lettura efficace dei dati statistici e permette di studiare il comportamento del pubblico proveniente da diverse fonti: traffico organico dai motori di ricerca, campagne di advertising online, pubblicazioni sui social networks, etc;  i parametri UTM (Urchin Tracking Model, dal vecchio nome di Google Analytics) consentono di tenere traccia facilmente di tutte queste fonti, costituendo uno strumento insostituibile – oltre che gratuito – per ogni web marketer o gestore di siti web.

Cosa sono i Parametri UTM?

Tecnicamente, i parametri UTM sono serie di dati che vengono aggiunti al termine di una URL o indirizzo web, consentendo di trasmettere all’account Google Analytics collegato al sito web informazioni relative a 5 elementi (quelli contrassegnati da un * sono obbligatori per chi utilizza questo strumento di monitoraggio):

  • Sorgente*: la fonte del traffico o referral (es.: Google, Facebook, etc)
  • Mezzo*: la modalità di acquisizione del traffico (diretto, organico, a pagamento, etc)
  • Keyword: la parola o le parole chiave legate alla campagna di comunicazione
  • Contenuto: identifica il contenuto dell’annuncio, nel caso di annunci multipli o A/B test
  • Campagna*: l’obiettivo della campagna di comunicazione o il prodotto/servizio specifico promosso

Come si utilizzano i parametri UTM?

I parametri UTM sono collocati alla fine del link a un sito o pagina web, preceduti da un < ? > e separati tra loro da un < & >. Ciascun parametro si configura (in termini tecnici) come una coppia chiave/valore (chiave=valore):

utm_source=scrivi-qui-la-sorgente

utm_medium=scrivi-qui-il-mezzo

utm_campaign=scrivi-qui-la-campagna

Dunque un esempio di URL tracciata che utilizza i 3 campi obbligatori, ovvero Sorgente, Mezzo e Campagna, potrebbe essere il seguente:

http://www.miosito.it?utm_source=Facebook&utm_medium=Articolo&utm_campaign=NomeDelMioSito

La chiave di un parametro è fissa ed è stata decisa da Google, mentre il valore è variabile, a discrezione di chi crea il link tracciato per il monitoraggio su Analytics: siamo noi a scegliere i valori che visualizzeremo nelle statistiche del sito relative alla provenienza del traffico.

Strumento per la creazione di link tracciati con i parametri UTM

Naturalmente non è necessario scrivere a mano i codici di tracciamento di ogni link: per  chi voglia creare link tracciati utilizzando un’interfaccia familiare, esiste questo strumento per la creazione di link tracciati. È sufficiente incollare l’indirizzo della pagina web desiderata e specificare i valori che si desidera assegnare ai parametri UTM: il link verrà generato in automatico del sistema.

Tutto chiaro? I parametri UTM sono uno strumento formidabile per visualizzare in Google Analytics dati specifici relativi all’attività del pubblico di un sito web, ottenendo dati preziosissimi sul comportamento delle diverse fasce di pubblico provenienti da diverse fonti e, soprattutto, scoprendo il rendimento delle diverse campagne di comunicazione effettuate tramite annunci sponsorizzati, newsletter, content marketing e social media. Per farlo è sufficiente andare nella sezione Acquisizione / Tutto il traffico / Sorgente-Mezzo: i dati relativi alle visite saranno suddivisi e segmentati in base al tracciamento UTM e avremo modo così di scoprire quali fonti di traffico sono più qualificate e su quali dunque puntare/investire.

Vuoi saperne di più sulle attività di advertising online? Scopri il Master in Web Marketing organizzato da ITSchool e diventa web marketer professionista imparando dai migliori docenti.



ArabicChinese (Simplified)DutchEnglishFrenchGermanItalianPortugueseRussianSpanish